fbpx

IDENTITÀ MILANO 2023: VELIER È MAIN SPONSOR CON BILLECART-SALMON

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
identità milano

Arrivato alla diciottesima edizione, Identità Milano è il Congresso internazionale di cucina d’autore, pasticceria, mixology e ospitalità più importante d’Italia e tra i più prestigiosi al mondo, fondato da Paolo Marchi e Claudio Ceroni

Quest’anno tra i main sponsor di Identità Golose figurano due aziende storiche che condividono l’essere realtà familiari radicate nel loro territorio, una forte filosofia comune e soprattutto un rapporto che dura da cinquant’anni.
Velier, azienda familiare nata a Genova nel 1947, si occupa di importazione e distribuzione di distillati, liquori e vini, con una grande attenzione alla qualità e molta passione per la divulgazione.
Fondata nel 1818 a Mareuil-sur-Ay, la Maison Billecart-Salmon nasce dal matrimonio tra Nicolas François Billecart ed Elisabeth Salmon. Dopo sette generazioni, l’azienda resta fedele al motto “Finesse, equilibre et elegance” puntando sempre all’eccellenza. Il suo champagne è infatti oggi tra i più apprezzati al mondo.

identità billecart

Lo stand

Nella cornice del Mi.Co. di Milano, Velier e Billecart-Salmon saranno presenti con uno stand memorabile e scenografico.
Saranno operativi ben due champagne bar, dove poter degustare l’iconico Rosé Brut Réserve e il nuovo Blanc de Blancs millesimato, creato in occasione del Cinquantesimo anniversario della relazione tra la Maison e Velier.
La zona distillati sarà animata da un’interpretazione poliedrica del catalogo Velier, presente con oltre 300 distillati e l’iconica Daiquiri Machine. L’esclusiva cocktail list con 20 proposte è stata studiata appositamente per l’evento. Ci sarà inoltre uno spazio dedicato alla bevuta meditativa, con i migliori premium spirits provenienti da tutto il mondo, serviti nel nuovo bicchiere Gargano-Neisson.

velier identità

Durante ogni giornata, tra le 13:00 e le 15:00, lo stand ospiterà una guest shift con i bartender di alcuni tra i migliori locali di Milano. Sabato aprirà le danze il Dhole Bar, mentre domenica sarà il turno del Percento Lab, per concludere lunedì con il Rita Cocktails.
A Identità Milano avrà un ruolo da protagonista anche il mondo delle Triple A: allo stand sarà possibile trovare la Carta dei vini irrinunciabili (circa una quarantina) destinata alla ristorazione, insieme a vini fortificati artigianali e alcune gemme gastronomiche della selezione Virgin Velier, tra cui il cioccolato Corallo e la pasta Fabbri. E proprio Giovanni Fabbri sarà presente domenica 29 alle 18:00 per una spaghettata d’eccezione servita in pairing al Daiquiri.

velier identità

Il premio

Tra le novità di Identità Milano, il Premio Radici nel Futuro Billecart-Salmon, che nasce dal legame tra Velier e il mondo dell’alta ristorazione. L’obiettivo è premiare i ristoranti in grado di esprimere l’unione indissolubile tra la solidità della tradizione familiare, la passione per la ricerca e l’innovazione culinaria. Un obiettivo in linea con gli ideali di Billecart-Salmon, ultima tra le grandi Maison a mantenere una gestione familiare riuscendo nel contempo a innovare il mondo dello champagne. Il premio sarà consegnato domenica 29 alle 16:20 presso l’Auditorium da Luca Gargano, Presidente di Velier.

Identità di Pizza

Da undici anni, nel programma di Identità Golose trova spazio una giornata interamente dedicata a esplorare le nuove frontiere della pizza contemporanea. Si tratta di Identità di Pizza, che si svolgerà lungo tutta la giornata di sabato 28 gennaio. Otto tra i migliori maestri pizzaioli del mondo saranno presenti, e saranno proprio gli champagne Billecart-Salmon ad accompagnare con abbinamenti sorprendenti le loro creazioni.

Identità Cocktail

Appuntamento irrinunciabile di Identità Golose è la sezione dedicata alla mixology: Identità Cocktail. Velier sarà presente lunedì 30 alle 13:15 con una masterclass dedicata ai marks di Hampden Estate, una delle distillerie più antiche della Giamaica e vero tesoro nel mondo del rum, tenuto dal mixology manager Angelo Canessa. Per ogni mark sarà creato un diverso tipo di Daiquiri, dal più light fino al super heavy. Così come gli Haut Goûts della grande cucina di Escoffier, anche qui i gusti superiori sono il mezzo che ci permette di approfondire il concetto di alcoli superiori e delle sostanze non alcoliche che caratterizzano gli high esters dei rum.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Altri Post di Mt Magazine