fbpx

• blog

To The Roots and Back, la nuova drink list di Radici Clandestine firmata da Giovanni Bologna

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Un percorso attento e consapevole che ripercorre la storia della Reggia di Caserta, una ricerca delle proprie radici attraverso equilibri inesplorati, perché non esiste innovazione senza la conoscenza della tradizione.

 

To The Roots and Back è il nuovo progetto di Radici Clandestine guidato dal bar manager Giovanni Bologna. Si tratta di un ritorno al classico attraverso un’attenta ed equilibrata selezione di miscele che ha la pretesa di trasmettere nuove emozioni su un filo di equilibri inesplorati.

 

La storia

L’ispirazione nasce da un percorso a ritroso della storia della Reggia di Caserta e del suo giardino realizzato dal celebre John Andrew Graefer. Un giardino detto “di paesaggio”, ricco di erbe aromatiche e di piante esotiche introdotte dallo stesso Graefer e passatri alla storia come “giardino all’inglese”. Ogni cocktail della drink list ha una pagina dedicata, l’ispirazione è Settecentesca e l’obiettivo è quello di un ritorno al classico in chiave moderna e minimale. I cocktail presentati riproducono fedelmente, dal punto di vista degli ingredienti e dell’elaborazione, drink che si sarebbero potuti bere all’epoca della nascita del giardino, si tratta di piante aromatiche e officinali ma anche di fiori impiegati nelle infusioni, fino ai sapori più reconditi delle alghe marine.

 

La drink list

La copertina verde erba ci introduce nell’incantato mondo Settecentesco ricreato da Giovanni Bologna. Le quattro sezioni di cui è composta sono diversificate da copertine dai colori primari con le illustrazioni in bianco. La prima sezione è quella di Fruits, copertina rosso carminio, in cui viene presentata una selezione di cocktail ispirati alla frutta; la seconda sezione è chiamata Flowers, copertina giallo sabbia, in cui la selezione di cocktail si ricollega ai fiori presenti nel giardino della Reggia di Caserta; nella terza sezione c’è Roots, copertina verde erba che richiama il titolo della drink list, dove la selezione rappresenta il fulcro della ricerca in termini di miscelazione fatta dal bar manager; e infine l’ultima sezione Water, copertina blu oceano, con una proposta cocktail dedicata all’elemento acqua, sinonimo di vita e nascita, in cui sale ed erbe marine fanno da padrone.

 

Alcune delle proposte di Giovanni Bologna

 

Fiore

Colore rosa acceso dato dal fiore dell’ibisco

Ketel One Vodka

Cordiale di Ibisco

Cream soda (chiarificata con latte di mandorla e gasata)

 

 

Original Sin

Il cocktail è stato costruito per la final challenge di World Class 2019

Tanqueray n˚10

Vino di albicocca fortificato con assenzio

Bitter infuso agli scarti di albicocca fermentata.

Tintura di mandorla di albicocca tostata (base talisker10)

Soda di albicocca

 

 

Mare

Colore verde acqua che dona quella sensazione del contatto con l’acqua del mare, riportando i ricordi estivi alla memoria di chi lo assapora.

Cordiale salato di scarti di arancia

Sale alla spirulina

Don Julio Blanco

Curacao

 

 

 

Clelia Mumolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Altri Post di Mt Magazine